fichi,petto d’oca e aceto balsamico

… ho visto pentole con questo “liquido” scuro sobbollire e mi son sempre domandata “ma ne vale la pena ?” 
Solitamente lo comperavo al supermercato, ma da oggi , da quando ho imparato “rubando con gli occhi” la tecnica del “fai da te”… in casa mia c’è posto solo quello che faccio io !!!
Ottimo con la carne…. chi di voi non ha mai,almeno una volta,mangiato la tagliata con l’aceto balsamico ? …e quei punti che vediamo nei piatti come decorazione ? 
Ebbene si sto parlando della riduzione di aceto balsamico !!!

Riduzione di aceto balsamico ricetta
ingredienti 
500 ml di aceto balsamico di buona qualità
1 cucchiaio di zucchero (oppure un cucchiaio di miele)
2 bacche di ginepro
1 pezzetto di cannella
3 chiodi di garofano
preparazione
Versare l’aceto in un pentolino e mettetelo sul fuoco a fiamma bassissima.
Aggiungete lo zucchero (o il miele), mescolate con un cucchiaio di legno per scioglierlo per bene; aggiungete la stecca di cannella,i chiodi di garofano e le bacche di ginepro e fate ridurre fino alla metà del liquido, solitamente sono sufficienti 20/25 minuti,spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
L’effetto “denso” lo avremo solo dopo che il tutto si sarà ben raffreddato.
Prima di travasare la glassa nella bottiglietta,sono ottime le bottigliette dosa-salse,prendete un colino e filtrate il tutto.
Va conservata in frigorifero.

…per fortuna che esistono i vicini…. e i vicini hanno un gigantesco albero di fichi …. ma volete sapere la cosa più assurda ? … nessuno di loro li mangia !!! 
della serie chi ha i denti non ha il pane…e chi ha il pane non ha i denti !!!

Volete un antipasto sfizioso ? 
eccolo !!!

ingredienti per 4 persone
8 fichi maturi
8 fettine di petto d’oca
riduzione di aceto balsamico q.b.
(vedi ricetta sopra)
preparazione
Sbucciate i fichi ed incideteli a croce,apriteli leggermente e adagiatevi una fettina,su ciascun fico, di petto d’oca.
Al momento di servire qualche goccia di riduzione,quindi portate in tavola.
(Visited 76 times, 1 visits today)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *