Browsing Category

torte salate

    antipasti/ pane & pizza/ piatti unici/ torte salate

    EMPANADA GALLEGA

    Tempo permettendo,infatti me ne stavo dimenticando visto che siamo ritornati in autunno inoltrato, questa empanada è perfetta per le gite fuoriporta.
    L’Empanada gallega è un tipo di empanada tipica della Galizia.
    È possibile trovarla con vari ripieni: carne, verdure, pesce o crostacei.

    È preparata in particolar modo nei momenti di festa, con i prodotti tradizionali della costa e dell’entroterra galiziano.
    Può essere consumata sia calda che fredda.
    In Galizia l’empanada si conosce fin dal periodo dei Goti, attorno al VII secolo, quando furono decretate le norme generali per la sua preparazione. Considerata in passato un alimento ideale per i pellegrini, si trova scolpita nel portico della Gloria della Cattedrale di Santiago di Compostela. (da Wikipedia)

     

    Dal blog di Mai Esteve – il colore della curcuma (link: http://www.mtchallenge.it/2015/03/31/empanada-gallega/)

     

    ingredienti per l’impasto 
    500 grammi di farina 0
    9 – 11 cucchiai di olio del soffritto
    1 cucchiaino scarso di sale
    1 cucchiaino abbondante di pimentón dulce (paprica dolce)
    5 grammi di lievito di birra
    3 cucchiai di acqua (temperatura ambiente)

     

    ingredienti per il ripieno
    1 peperone rosso grande
    2 cipolle medie
    150 ml d’olio evo
    350 grammi di tonno (meglio quello in baratolo di vetro)
    3 pomodori
    sale

    preparazione

    Sbucciate le cipolle e tagliatele a cubetti .
    In una padella antiaderente mettete l’olio e fate soffriggere la cipolla a fiamma bassa per 3 o 4 minuti.
    Nel frattempo pulite il peperone,eliminate i filamenti interni e i semi,quindi tagliatelo a dadini.
    Aggiungete il peperone al soffritto di cipolla e fateli ammorbidire.
    Lavate i pomodori e sbollentateli per qualche secondo in acqua bollente in modo da levare facilmente la buccia.
    Apriteli a metà, eliminate i semi, quindi tagliateli a striscioline e aggiungeteli al soffritto quando la cipolla e il peperone sono quasi cotti.
    Mescolate e fate cuocere per una decina di minuti, poi aggiungete il tonno e lasciate cuocere per altri 5 minuti.
    Fate raffreddare il ripieno in un colino appoggiato in una ciotola, il liquido del soffritto, servirà per l’impasto della empanada.
    Preparate l’impasto mettendo la farina nella ciotola della planetaria, aggiungete il pimenton dulce, il sale, l’olio del soffritto e il lievito, sciolto in un paio di cucchiai d’acqua a temperatura ambiente.
    Impastate bene fino a quando la pasta non diventa bella elastica.
    Fate una palla e lasciatela riposare coperta con un canovaccio pulito, per una trentina di minuti.
    Stendete la pasta in due sfoglie sottili, con una rivestire uno stampo leggermente unto e distribuite sulla sfoglia il ripieno.
    Chiudete con il secondo disco sigillando bene i bordi e poi piegandoli verso l’interno.
    Spennellatela con un tuorlo sbattuto.
    Cuocete in forno caldo  a 180 °C per 45 minuti,  la empanada  dovrà assumere  un colore bello dorato.

    Lasciatela riposare qualche minuto fuori dal forno prima di levarla dalla teglia.

     

    note:
    1. se usate uno stampo di ceramica non serve ungerlo, l’impasto è abbastanza grasso e si stacca facilmente senza problemi.
    2. a questa versione potete aggiungere delle uova soda tagliate a meta.
    3. se preferite potete al posto dell’olio del soffritto ( 9/10 cucchiaiate) potete usare 50 grammi di strutto  e nel caso aggiungere del acqua se l’impasto vi sembra poco idratato.

     

CONSIGLIA Roastbeef alla senape