Browsing Tag:

antipasti – entrées – pizze

antipasti/ contorni

POLPETTE DI ZUCCHINE E QUINOA – GIORNATA NAZIONALE DELLA ZUCCHINA

Che cosa sarebbe il mondo senza il cibo fritto?
Secondo me sarebbe un mondo noioso.
Oggi il Calendario del cibo italiano festeggia la  Giornata Nazionale della Zucchina , quindi cibo fritto + zucchine + quinoa, oggi si va alla grande.

 

La quinoa non è un cereale ma una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci e la barbabietola per cui non contenendo glutine, può essere consumata dai celiaci….comunque leggete sempre bene l’etichetta !!!

E’ un alimento ricco di proprietà nutritive, è un’ottima fonte di proteine vegetali,di fibre e minerali, come magnesio, ferro e zinco.

Curiosità: gli Inca chiamano la quinoa «chisiya mama» che in quechua vuol dire «madre di tutti i semi».
Già venerata dagli Inca come pianta sacra, viene coltivata da oltre 5000 anni sugli altipiani pietrosi delle Ande ad altitudini comprese tra 3800 e 4200 metri. 

 
 ingredienti per 4 persone
 
200 grammi di quinoa
2 zucchine medie
3 cucchiai di farina 00
3 cucchiai di grana grattugiato
pane grattugiato q.b.
2 uova
sale
pepe
aglio schiacciato
 
per friggere
olio di semi di arachidi
 
preparazione

Portate a bollore una pentola con dell’acqua salata.
Tagliate le zucchine a cubetti da mezzo cm di lato.
Versate la quinoa nell’acqua e fate cuocere per 10-15 minuti, quando mancheranno 5 minuti alla fine della cottura aggiungete le zucchine e portate a termine la cottura.
Scolate il tutto e fate raffreddare.
Prendete una ciotola, aggiungete la quinoa e le zucchine, le 2 uova,la farina bianca,il formaggio grattugiato,l’aglio schiacciato e regolate di sale e pepe.
In una padella per fritti scaldate l’olio.
Nel frattempo preparate le polpette, la dimensione esatta potrebbe essere quella di un mandarancio ; compattatele per bene con le mani quindi passatele nel pangrattato.
Iniziate a friggete le polpette di quinoa da entrambi i lati, fino a quando diventano belle dorate; scolatele e mettetele ad asciugare su un piatto con della carta assorbente.

 
antipasti/ bevande & aperitivi/ colazione & merenda

CROISSANT SALATI

 


Sono fantastici e veloci.
Solitamente quando vedo scritto nelle ricette “velocissimi da fare” non mi soffermo nemmeno a leggere la ricetta.
Ma qui c’è una garanzia… Lei Simona Mirto direttamente dal suo blog Tavolartegusto.
Quindi se avete sottomano un rotolo di pasta sfoglia, rotonda o rettangolare, non vi resta che mettervi all’opera scegliendo la farcitura che preferite : pancetta,prosciutto,speck…libero sfogo alla fantasia.

ingredienti per circa 12 – 14 croissant salati

1 rotolo di pasta sfoglia
3 cucchiai di grana padano
2 cucchiaini di semi di papavero + 1 manciata per guarnire
14 fettine di pancetta affumicata
(oppure bacon, prosciutto cotto, formaggio a scelta..)
1 tuorlo (io latte)

preparazione

In una ciotolina mescolate il formaggio grattugiato e 2 cucchiaini di semi di papavero.
Se utilizzate la pasta sfoglia rotonda ricavate dalla pasta 12 – 14 triangoli, mentre  utilizzate quella rettangolare, prima dividete a metà nel senso della lunghezza il foglio di pasta, poi da ciascun rettangolo ricavate dei triangoli della base di circa 6 – 7 cm .
Scartate il rotolo di pasta e stendetela lasciando la sua carta da forno.
Distribuite sulla superficie il mix di grane e semi di papavero.
Scaldate il forno a 200° C.

Staccate ciascun triangolo, appoggiate  la fetta di pancetta e arrotolatelo partendo dalla base.
Rivestite con la carta la placca del forno, appoggiate i croissant distanziandoli tra loro almeno 3 cm.
Spruzzateli la superficie dei croissant con il latte, oppure se preferite con il tuorlo d’uovo leggermente sbattuto e cospargete con i semi di papavero .

Infornate e fate cuocere per 20 minuti, quindi abbassate la temperatura a 180° C e continuate per  ancora  5′ – 10’fino a completa cottura.

Dopo circa 15′ di cottura, aggiungete un foglio di carta di alluminio sopra la teglia dei vostri cornetti, in modo che continuino a cuocersi senza bruciarsi .
Sfornate, lasciate intiepidire e…

antipasti/ colazione & merenda/ impasti lievitati/ pane & pizza/ piatti unici

FOCACCIA DI PATATE

Dal blog di Elisabetta  nel Paese delle stoviglie , per lo scambio ricette del mese di marzo ecco cosa ho trovato.
Non avevo mai fatto un lievitato e aggiungere le patate lesse schiacciate…della serie c’è sempre la prima volta.
Rispetto alla ricetta di Elisabetta ho dovuto modificare 2 ingredienti,uno per motivi logistici, l’altro per dimenticanza…il primo è il formaggio Rosa Camuna,non introvabile, ma molto probabilmente non sarebbe arrivato dal mio salumiere prima della scadenza, il secondo ho sostituito lo speck con della pancetta tesa affumicata cruda.

ingredienti

250 grammi di farina
250 grammi di  patata lessa 
10 grammi di lievito di birra
sale
olio di oliva extra vergine
acqua q.b.
100 grammi di Rosa Camuna (io formaggio Dolomiti)
4-5 fette di speck ( io pancetta tesa affumicata)


preparazione

In una ciotola mettete la farina, la patata schiacciata, il sale, il lievito sbriciolato e due cucchiai di olio di oliva extra vergine.
Unite poco alla volta l’acqua tiepida mentre impastate, proseguite fino a avere una pasta compatta, liscia e omogenea:
Mettete nella ciotola, coprite con la pellicola coprite e fate lievitare per 2-3 ore.
Accendete il forno a 200° C.
Trascorso il tempo della lievitazione, riprendete l’impasto, ungete una teglia da pizza e stendete la pasta direttamente con le mani, allargatela cercando di coprire bene la superficie.
Con le dita bucherellate la focaccia, quindi spennellate la superficie con olio e cospargete con del sale grosso. 
Infornate per 15 minuti.

Dopo 15 minuti, aggiungete il formaggio tagliato a pezzetti e la pancetta tagliata a cubetti, fate cuocere per ancora 10 minuti.

antipasti/ piatti unici/ secondi piatti di pesce

INSALATA DI PUNTARELLE E GAMBERI

Ve le voglio riproporre sono troppo buone, velocissime da preparare…
Le puntarelle, in una sola parola … buonissime !!! 
Ma cosa sono ?
Sono in germogli di una varietà di catalogna, costituiscono la parte più interna e più tenera.
Il loro gusto leggermente amarognolo. 
Si possono consumare anche cotte, precedentemente sbollentate oppure saltate in padella

ingredienti per 4 persone

500 grammi di code di gambero
1 cespo di puntarelle
1 lime
1 arancia
300 ml  di vino bianco
150 ml di acqua
350 grammi di ananas fresco

olio di oliva extra vergine
sale
peperoncino

preparazione

Pulite il cespo di puntarelle : staccatele da cespo, eliminate la parte finale e le foglie verdi.
Dividete ciascun rametto a metà e iniziate a sfilettarlo, immergete le strisce ottenute in acqua ghiacciata per almeno 1 ora : questa operazione rende le puntarelle croccanti e si arricceranno.
Pulite i gamberi: eliminate le zampine, incidete il guscio nella parte addominale e rimuovetelo.
Eliminate l’intestino aiutandovi con la punta di un coltello.
Sciacquateli sotto acqua fredda corrente.
In una pentola portate ad ebollizione il vino e l’acqua con un po’ di sale; quando bolle tuffatevi i gamberi e fateli cuocere per 1 – 2 minuti.
Spegnete, coprite la pentola con il coperchio e lasciateli riposare per 8 – 10 minuti : il tempo è indicativo, dipende dalla grandezza dei gamberi.
Scolateli e teneteli da parte fino a che non si saranno raffreddati.
In una ciotola emulsionate il succo del lime e il succo  dell’arancio con 8 cucchiai di olio e un pizzico di sale.
Tagliate l’ananas a cubetti .
Riprendete i gamberi, metteteli in una ciotola abbastanza capiente e conditeli con la metà dell’emulsione preparata.
Aggiungete l’ananas e le puntarelle scolate e ben asciugate, quindi condite con l’emulsione tenuta da parte, regolate di sale e aggiungete un pizzico di peperoncino tritato.

CONSIGLIA Bruschetta di melanzane