Browsing Tag:

contorni verdure & insalate

antipasti/ contorni

POLPETTE DI ZUCCHINE E QUINOA – GIORNATA NAZIONALE DELLA ZUCCHINA

Che cosa sarebbe il mondo senza il cibo fritto?
Secondo me sarebbe un mondo noioso.
Oggi il Calendario del cibo italiano festeggia la  Giornata Nazionale della Zucchina , quindi cibo fritto + zucchine + quinoa, oggi si va alla grande.

 

La quinoa non è un cereale ma una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci e la barbabietola per cui non contenendo glutine, può essere consumata dai celiaci….comunque leggete sempre bene l’etichetta !!!

E’ un alimento ricco di proprietà nutritive, è un’ottima fonte di proteine vegetali,di fibre e minerali, come magnesio, ferro e zinco.

Curiosità: gli Inca chiamano la quinoa «chisiya mama» che in quechua vuol dire «madre di tutti i semi».
Già venerata dagli Inca come pianta sacra, viene coltivata da oltre 5000 anni sugli altipiani pietrosi delle Ande ad altitudini comprese tra 3800 e 4200 metri. 

 
 ingredienti per 4 persone
 
200 grammi di quinoa
2 zucchine medie
3 cucchiai di farina 00
3 cucchiai di grana grattugiato
pane grattugiato q.b.
2 uova
sale
pepe
aglio schiacciato
 
per friggere
olio di semi di arachidi
 
preparazione

Portate a bollore una pentola con dell’acqua salata.
Tagliate le zucchine a cubetti da mezzo cm di lato.
Versate la quinoa nell’acqua e fate cuocere per 10-15 minuti, quando mancheranno 5 minuti alla fine della cottura aggiungete le zucchine e portate a termine la cottura.
Scolate il tutto e fate raffreddare.
Prendete una ciotola, aggiungete la quinoa e le zucchine, le 2 uova,la farina bianca,il formaggio grattugiato,l’aglio schiacciato e regolate di sale e pepe.
In una padella per fritti scaldate l’olio.
Nel frattempo preparate le polpette, la dimensione esatta potrebbe essere quella di un mandarancio ; compattatele per bene con le mani quindi passatele nel pangrattato.
Iniziate a friggete le polpette di quinoa da entrambi i lati, fino a quando diventano belle dorate; scolatele e mettetele ad asciugare su un piatto con della carta assorbente.

 
antipasti/ condimenti & sughi/ conserve

PATE DI POMODORI SECCHI

pate_pomodori_secchi
Avere nella dispensa un barattolo di pomodori secchi sott’olio è sempre un bell’aiuto… un aperitivo organizzato all’ultimo momento, una cena veloce, ma avere un barattolo di paté di pomodori secchi è tutto.
In cucina sono un vero jolly perché si prestano per guarnire gustose bruschette, spalmato all’interno di panini imbottiti poi con il nostro salume preferito danno quel tocco magico in più,oppure usato come condimento per la pasta.
Inoltre è facile la preparazione ed è subito pronto all’uso.
pate_pomodori_secchi2
ingredienti 
300 grammi di pomodori secchi
600 ml di aceto bianco
1 cucchiaio di capperi sottaceto
origano
2 spicchi di aglio
olio di oliva extravergine
pate_pomodori_secchi3
preparazione

Mettete a bagno per 30 minuti in aceto caldo i pomodori secchi.
Trascorso il tempo,sgocciolateli e fateli asciugare su un canovaccio pulito.
Nel mixer mettiamo i pomodori, l’aglio, i capperi, l’origano e tritiamo fino ad ottenere fino ad ottenere una crema.
Aggiungete l’olio, mescolate,riempite i vasetti ben puliti e coprite la superficie con olio, quindi tappate e conservate in frigorifero.
Non vi resta che scaldare delle fette di pane casereccio e spalmare,generosamente, il paté di pomodori.

pate_pomodori_secchi4
Se vi piace potete aggiungere un filetto di acciuga, oppure sostituire l’origano con foglie di menta o di origano.Una cucchiaiata di paté di pomodori secchi aggiunta al minestrone di verdure dona una marcia in più…un po’ come quando aggiungiamo al nostro minestrone un cucchiaio di pesto alla genovese.

 

 

 

antipasti/ contorni

INVOLTINO DI ZUCCA AL FORNO E PANCETTA

Già a partire dalla fine di agosto la bancarella dell’ortolano si riempie di verde e giallo…
Ebbene si le zucche annunciano l’arrivo dell’autunno… parlare di zucca e aprirsi un mondo il passo è breve e sinceramente non saprei quale consigliare in fatto di bontà perché tutte sono buone.
Al momento dell’acquisto è molto importante che il prodotto sia ben maturo e sodo e privo di ammaccature.
Un po’ come l’anguria, anche la zucca, dandogli dei leggeri colpetti, deve emettere un suono sordo, e il picciolo secco indicano che la zucca è giunta a maturazione.
In commercio la troviamo anche venduta a pezzi…la parte tagliata non deve essere asciutta, altrimenti significherebbe “vecchia di taglio“.

zucca_forno3

ingredienti

zucca 
16 fette di pancetta affumicata
rametti di timo o rosmarino
aglio
olio di oliva extravergine
sale
pepe nero macinato

preparazione

Accendete il fondo e portatelo alla temperatura di 180°C.
Lavate la zucca,asciugatela eliminate la buccia e i semi, tagliatela a fette spesse un cm., quindi dividete la fetta a metà in modo da ottenere 2 spicchi.
Avvolgete ogni spicchio di zucca con 2 fette di pancetta e adagiatele in una pirofila; salate, una macinata di pepe nero,aggiungete qualche ago di rosmarino o rametto di timo e qualche spicchio di aglio.
Condite il tutto con un filo di olio ed infornate per circa 60 minuti.

antipasti/ contorni

POMMES NOISETTES (a modo mio)

Se cerco nel libro “L’arte della cucina moderna” di Henri-Paul Pellaprat o nei miei appunti scolastici le patate noisettes ( patate nocciola) trovo scritto così : con l’apposito scavino tagliate le patate a forma di nocciola, sbollentatele e cuocetele in forno con olio ecc ecc…
Ma io non volevo quelle…oggi non era mia intenzione accendere il forno!!! …però volevo qualcosa di sfizioso – oso.

E sfizioso sia…infatti una tira l’altra.

pommes_noisette3

ingredienti per 4 persone

700 grammi di patate
2 uova
2 cucchiai di farina
 sale q.b.
pepe nero macinato q.b.
olio di semi di arachidi per friggere

pommes_noisette4

preparazione

Lavate le patate e cuocetele in abbondante acqua salata per 40 minuti circa; il tempo è indicativo per una patata media, fate sempre la ” prova forchetta”.
Scolare le patate, lasciatele intiepidire,sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate.
Aggiungete le uova, la farina, il sale e il pepe macinato; mescolate fino a rendere l’impasto ben omogeneo.
Infarinate le mani, quindi prendete l’impasto, aiutandovi con un cucchiaino da tè, fatene delle palline grandi quanto delle nocciole.
Nel frattempo fate scaldare in una padella l’olio di semi di arachidi, quindi iniziate a friggere le patate noisette fino a quando non saranno ben dorate.
Con la paletta forata levatele e fatele asciugare su carta assorbente.

pommes_noisette3

CONSIGLIA Bruschetta di melanzane