Browsing Tag:

gamberi

    piatti unici/ primi piatti

    FREGOLA CON CARCIOFI E GAMBERI – GN DELLA FREGULA

    Mi piace questo tipo di pasta di semola dalle origini millenarie,molto simile al cous cous, arrivata sull’isola tramite scambi commerciali con i Fenici e i Cartaginesi.
    La fregula, o freula dal termine latino ferculum, che significa sminuzzare  è un prodotto tipico della Sardegna.La fregula, disponibile in varie dimensioni, è prodotta così:
    si dispone la semola in un catino di coccio e viene impastata con poca acqua salata e mediante e paziente movimento delle mani in modo circolare si ottengono dei granelli, più o meno grandi.
    La semola viene fatta asciugare e quindi tostare in forno fino a farle assumere il tipico colore dorato.
    Molti i modi per condirla, quello forse più famose è con le arselle.Quello che vi voglio proporre io, per la GN della fregula anche se un po’ fuori stagione è con un abbinamento che mi piace molto, quello con gamberi e carciofi.

    ingredienti
    200 grammi di fregula
    4 carciofi spinosi
    8 gamberi rossi
    1 cipolla
    1 carota
    1 gambo di sedano
    1 spicchio di aglio
    prezzemolo
    1 pomodoro secco
    vino bianco secco
    olio extravergine di oliva
    peperoncino
     

    preparazione

    Pulite i carciofi, affettateli e rosolateli in un’ampia padella antiaderente con aglio e prezzemolo. 
    Sgusciate i gamberi, separando le code dalle teste .
    Con i carapaci preparate il brodo: mettete in una pentola la carota tagliata a dadini,il sedano e cipolla tritata,
    rosolate con un filo di olio e aggiungete i gusci.
    Sfumare con vino bianco e ricoprite di acqua.
    Salate e portate a cottura.
    In una pentola, rosolate l’aglio con il pomodoro secco tagliato, aggiungete la fregula, fatela tostare per un minuto e, sempre mescolando, bagnate con il brodo di gamberi, precedentemente filtrato, un po’ alla volta per circa 15/20 minuti.
    A metà cottura, aggiungete i carciofi rosolati e le code di gambero tagliate a pezzi.
    Mantecate a fine cottura con olio extra vergine di oliva e peperoncino.
    Lasciarla leggermente brodosa, da mangiare con il cucchiaio.

CONSIGLIA Roastbeef alla senape