Browsing Tag:

primi asciutti

primi piatti

PADELLATA DI RISO VENERE,PRIMOSALE MARINATO E FAGIOLINI

Il riso Venere è una varietà di riso integrale dal caratteristico colore scuro,tra il nero e il viola, e dal profumo che ricorda il pane appena sfornato.
Originario della Cina, era noto come il “riso proibito dell’Imperatore “ perché si dice che per le sue proprietà nutrizionali ed afrodisiache fosse riservato solo alla corte imperiale , nel 1997 è stato introdotto in Italia.
In cucina lo si prepara bollito, e può essere servito al naturale,in accompagnamento a salse,carni e pesci,oppure venir condito con un sugo leggero realizzato a parte a base di crostacei o verdure.
La ricetta è di “sale&pepe” giugno 2017.

ingredienti per 4 persone

300 grammi di riso nero Venere
280 grammi di Primosale
300 grammi di fagiolini
un mazzetto di timo
un mazzetto di coriandolo fresco
10 cm di gambo di sedano
mezzo limone
mezzo cucchiaino di semi di coriandolo
olio extravergine
sale
pepe

 preparazione

Raccogliete in una terrina i semi di coriandolo pestati, un pizzico di foglioline di timo e coriandolo tritate, un cucchiaino di scorza grattugiata di limone e una macinata di pepe.
Aggiungete 4 cucchiai d’olio quindi il Primosale tagliato a cubetti, mescolate bene e lasciate marinare al fresco.
Lessate il riso in acqua leggermente salata e scolatelo al dente :
Pulite i fagiolini e scottateli in acqua bollente salata per 3-4 minuti .
Scaldate in una padella un filo di olio fatelvi appassire il sedano tritato senza farlo scurire e aggiungete il riso, alzate il fuoco e fate saltare per un paio di minuti.
Unite i fagiolini,  il Primosale marinato e lasciate sul fuoco ancora per 30 secondi in modo che il formaggio si ammorbidisca ma senza sciogliersi .

primi piatti

TORTELLI DI PATATE, ASPARAGO BIANCO DI BADOERE IGP E CASATELLA TREVIGIANA DOP

DSC_0658

 

Domenica 29 maggio 2016, in occasione degli 8 anni dal conferimento della DOP, Casatella Trevigiana celebra le sue nozze con l’Asparago di Badoere IGP, testimone il Prosecco DOC.
La cerimonia di gusto si terrà sotto la loggia di Palazzo dei Trecento, in piazza dei Signori a Treviso.
In attesa di vedere insieme gli “sposi”, i festeggiamenti inizieranno a suon di ricette.
Ecco la mia proposta : TORTELLI DI PATATE, ASPARAGO BIANCO DI BADOERE IGP E CASATELLA TREVIGIANA DOP

 

DSC_0660
 ingredienti
1 kg. di patate da gnocchi
(io preferisco quelle rosse)
2 tuorli
1 albume
250 grammi di farina bianca
5 – 6 foglie di salvia
60 grammi di Grana Padano grattugiato
200 grammi di Casatella trevigiana DOP
150 grammi di asparagi bianchi di Badoere IGP
precedentemente lessati in acqua leggermente salata
50 grammi di burro
1/2 cipolla
olio q.b.
sale
pepe.
DSC_0662
preparazione
 
Lavate le patate sotto acqua corrente ,spazzolandole se sono molto sporche, quindi fatele cuocere al vapore, (io cerco sempre di scegliere le patate della stessa pezzatura,in modo da uniformare la cottura ),in media il tempo va dai 20 – 30 minuti, fatele leggermente intiepidire quindi spellatele .
Per la buona riuscita di questo impasto è molto importante che le patate assorbano meno acqua possibile, quindi per la cottura sarebbe meglio usare il cestello ed evitare il contatto della patata con l’acqua.
Una volta spellate, con lo schiacciapatate schiacciatele , quindi fatele raffreddare , fino a che si possono impastare con le mani evitando scottature .
DSC_0667
 
Una volta schiacciate disponetele a fontana sulla spianatoia,aggiungete la farina e il sale: attenzione la quantità è veramente indicativa!!!
Perché tutto dipende dal loro assorbimento.
Aggiungetele uova, quindi iniziate ad impastare…dovrete ottenere un impasto abbastanza compatto.
Date al vostro impasto la forma di una palla,infarinatela e copritela con un canovaccio e lasciatela a riposo per 7 – 8 minuti.
Nel frattempo preparate il ripieno: tagliate a rondelle gli asparagi precedentemente lessati.
In una padella antiaderente fare soffriggere mezza cipolla in 2 cucchiai di olio, deve ammorbidirsi senza prendere colore; aggiungete gli asparagi, regolate di sale e pepe e fate cuocere per una decina di minuti.
Fate intiepidire gli asparagi,quindi aggiungete la casatella,qualche cucchiaio di formaggio grana grattugiato,regolate di sale e pepe; mescolate fino ad amalgamare tra loro gli ingredienti.
Spolverate per bene il piano di lavoro e il mattarello con la farina; prelevate dalla palla un pezzo di impasto, formate una palla e infarinatela da entrambi i lati.
Iniziate a stenderlo, lo spessore deve essere di circa 2 – 3 mm, con il mattarello con molta delicatezza, infarinando a mano a mano che stendete la “sfoglia”. 
E’ importante non premere troppo sull’impasto per evitare di farlo attaccare sia sulla spianatoia che sul matterello.
Con l’aiuto di un coppapasta ricavare dei dischi di 6-7 cm circa di diametro.
Lavorare un “tortello” alla volta mettendo con un 
cucchiaino il ripieno, coprite con un altro disco di pasta,sigillate per bene i bordi precedentemente spennellati con albume sbattuto. 
Metteteli, man mano che vengono farciti, in un vassoio coperto con la farina di semola…. procedete fino ad esaurire tutto l’impasto.
Lessare i tortelli in abbondante acqua salata , quando vengono a galla fateli cuocere un minuto, quindi scolateli con la schiumarola e metteteli direttamente nella padella dove avete fatto sciogliere il burro con le foglie di salvia e fatto rosolare a fuoco basso per qualche
minuto; amalgamare con delicatezza e servire immediatamente con una
generosa spolverata di grana grattugiato.
unnamed
 
primi piatti

RISOTTO CON ZUCCHINE E MENTA

risotto_zucchine_menta (1)

Il ciclone Poppea ha “colpito ” quindi per qualche giorno dobbiamo dimenticarci delle belle giornate che ci aveva fatto assaporare l’inizio della bella stagione, è facile abituarsi al bello…qui la pioggia è scesa senza un attimo di sosta durante la notte…e ora continua,continua,continua…
Non che io sia un’amante del caldo estivo, eh quello no, ma nemmeno passare dalle maniche corte al doversi rimettere il golfino di lana nel giro di una notte.
Comunque tutta questa tiritera riguardo al tempo, visto che di sole non se ne parla per oggi vi consiglierei un risotto,fresco e profumato, con le zucchine e menta.

risotto_zucchine_menta (2)

ingredienti per 4 persone

320 g di riso Carnaroli
3/4  zucchine piccole
mezzo porro (solo la parte bianca)
brodo vegetale q.b.
1 bicchiere di vino bianco secco
60 grammi di burro
formaggio Grana Padano grattugiato
foglie di menta fresca tritata
polvere di menta
sale
pepe

risotto_zucchine_menta (3)

preparazione

Spuntate e lavate e spuntate le zucchine,quindi tagliatele a dadini .
Affettate finemente il porro,bastano 5 cm di parte bianca, fatelo ammorbidire senza che prenda colore in una pentola dove avete fatto sciogliere una noce di burro.
Aggiungete le zucchine , fate rosolare per un paio di minuti ,aggiungete il riso , fatelo tostare bene quindi sfumate con il vino bianco (altrimenti mezzo mestolo di brodo) .
Cuocete il riso per 15/16 minuti,aggiungendo, a mano a mano che verrà assorbito, del brodo bollente.
Spegnete il fuoco,unite il rimanente burro,il Grana Padano grattugiato,la menta grattugiata, regolate di sale e pepe e mantecate.
Coprite e fate riposare un minuto prima di servire.
Servite “spolverando” il riso con la polvere di menta.

 

 

 

primi piatti

GNOCCHI CON ERBETTE E PATATE

Gli gnocchi di patate ,un  classico della cucina  italiana…. ma soprattutto a chi non piacciono…ai grandi,ai piccini…a tutti .
Basta variare il condimento e abbiamo un primo piatto fantastico.
Quelli che vi propongo oggi ,li ho fatti qualche giorno fa, avevo delle erbette fresche,spinaci e bietina da taglio, patate, farina, uova…
Lo sapevate che:
– la storia degli gnocchi di patate ha inizio quando vennero importate in Europa le prime patate provenienti dal continente americano.

gnocchi_patate_erbette (5)

gnocchi_patate_erbette (4)

ingredienti per 2 persone

400 grammi di patate
300 grammi di erbette da taglio , spinacino e bietina
farina bianca ,circa 100 grammi
1 uovo
80 grammi di burro
foglie di salvia fresca
Grana Padano grattugiato
sale

gnocchi_patate_erbette (5)

preparazione

Lavate e lessare le erbette in acqua leggermente salata, una volta cotte,scolatele e strizzatele per bene.
Una volta volta fredde tritatele finemente.
In un’altra pentola lessate le patate con la buccia, in acqua leggermente salata,per 30-40 minuti.
Sbucciate e schiacciare le patate, aggiungete gli spinaci, la farina,l’uovo, il sale e  lavorate l’impasto, fino a renderlo ben uniforme.
Prelevate delle piccole porzioni di impasti e lavorate sulla spianatoia infarinata fino a ricavare tanti filoncini grandi quanto un dito, tagliateli a tocchetti da 2,3/3 cm . quindi fateli rotolare sulla grattugia  schiacciandoli leggermente al centro con il  pollice.

gnocchi_patate_erbette (6)


Disponeteli sul un canovaccio pulito e spolverateli con un velo di farina.
Portate a bollore una pentola con l’ acqua salata, appena inizia a bollire  immergetevi gli gnocchi, pochi per volta, mescolateli delicatamente  con un cucchiaio di legno e una volta che vengono a galla scolateli con la paletta forata.
Adagiateli in una pirofila,possibilmente calda, e conditeli con il burro fuso , salvia e una generosa grattugiata di Grana Padano.

 

CONSIGLIA Torta di mais